Journal

Come fare il nodo alla cravatta

Oggi impareremo a fare un perfetto nodo alla cravatta. Prima di tutto è indispensabile sapere quanti tipi di cravatta esistono!

I vari tipi di cravatta

  • Le cravatte otto centimetri, caratterizzate da una larghezza moderna e adatta a tutti i tipi di fisicità, anche ben indicate a ogni colore di camicia.
  • Le cravatte slim, dalla larghezza massima di cinque centimetri, sono adatte soltanto alla tipologia di collo piccolo. Non indicate per persone dal fisico importante, con il corpo opulento e il torace abbondante.
  • Le cravatte in maglia, in seta o in lana, normalmente vengono utilizzate per ottenere variazioni nei look poco importanti, tipo il casual chic, oppure indossando giacche spezzate in lana o in cotone. Vanno bene nell’abbigliameno denim e sbarazzino.

Il nodo alla cravatta basico

È il nodo alla cravatta alla maniera classica e di base, rende la dimensione del nodo stesso piccola, sempre elegante. Non è un nodo trapezoidale e non ferma il collo.

Si tratta di una tipologia di nodo da realizzare molto velocemente, adatta anche quando si ha fretta.

Vediamo come procedere per realizzarlo senza problemi e con naturalezza:

  • Prima di tutto occorre che allacciamo bene la nostra camicia, con la raccomandazione che il collo sia perfettamente distante dall’indumento almeno un centimetro.
  • Se qualcuno ha difficoltà di trovare il collo della camicia adatto alla propria corporatura, è consigliabile rivolgersi a una sartoria per farsi realizzare un capo su misura.
  • Una volta che la camicia è ben allacciata, solleviamo il suo collo. Prendiamo la cravatta, lasciando il lembo più piccolo alla destra, quello più grande alla sinistra, avvolgendola al collo.
  • Poniamo attenzione che il lembo minore della cravatta sia all’altezza del quarto bottone della camicia.
  • Passiamo adesso il lembo maggiore sopra quello più piccolo, facendo una leggera pressione con il dito. Facciamolo ruotare di trecentosessanta gradi intorno a quello più piccolo. Allarghiamo con il dito medio, in maniera leggera, la pressione, facciamo passare il lembo grande sopra, infilandolo nell’asola appena creata. A questo punto possiamo abbassarlo, tenendo sempre stretto, e abbassiamo fino a quando non si realizza il nodo.
  • Sotto avremo il lembo corto, sopra quello lungo: teniamo fermo il lembo sotto e alziamo semplicemente il collo che si è creato, partendo dal nodo, fino a stringerlo nella maniera desiderata.
  • La lunghezza del lembo lungo della cravatta deve arrivare alla propria cintura. Abbassiamo adesso il collo della camicia, aggiustando perfettamente al centro il nostro nodo della cravatta, appena realizzato.

Il nodo alla cravatta doppio windsor

Per fare questo nodo ci vuole molto tessuto. La logica iniziale è sempre quella del nodo classico.

Vediamo insieme come procedere:

  • Allacciamo bene la nostra camicia, con la raccomandazione che il collo sia perfettamente distante anche qua dall’indumento almeno un centimetro: tra il tessuto e la pelle deve passare un dito!
  • Dopo aver allacciato bene la camicia, solleviamo il suo collo. Prendiamo la cravatta, lasciando anche in questo caso il lembo più piccolo alla destra, quello più grande alla sinistra, avvolgendola al collo.
  • Poniamo attenzione che il lembo minore della cravatta sia all’altezza del secondo bottone della camicia, proprio perché il nodo doppio windsor richiede una lunghezza di tessuto maggiore.
  • In questo caso procediamo a creare subito un’asola, facendo allo stesso modo anche dall’altra parte. Avremo così due asole, dentro cui facciamo passare a trecentosessanta gradi il lembo lungo della cravatta, partendo da sotto e per due volte. Aiutiamoci con le dita a dare forma al nodo, accollandolo.

 

Questo nodo è di forma trapezoidale, molto più elegante, adatto sopra camicie con il collo largo e importante, di stile francese.

Il nodo doppio windsor può essere realizzato con ogni tipo di cravatta ma non è adatto alla camicia con il collo stretto.

I trucchi per realizzare un nodo alla cravatta da vero appassionato

Molte persone pensano che ci siano dei segreti per realizzare un nodo alla cravatta perfetto. In effetti è proprio così. I veri appassionati del nodo alla cravatta sono a conoscenza di tre trucchi che mettono in atto nelle loro creazioni.

Siete curiosi? Continuando la lettura, sveleremo i tre misteriosi nodi alla cravatta.

Il nodo giusto

Ogni uomo che ambisce al nodo giusto, oltre a saper scegliere la cravatta, è perfettamente in grado di scegliere anche il nodo giusto. Molti sanno fare il nodo semplice e il nodo doppio windsor. Il trucco da mettere in atto è quello di scegliere il nodo in base alla tipologia di cravatta e ovviamente al modello della camicia. Non è bello vedere un nodo windsor su una camicia denim, come non è elegante sistemare un nodo classico su una camicia in stile francese.

Il trucco è legato semplicemente al buon gusto di abbinare nodo, cravatta e camicia. Il perfetto equilibri tra questi tre elementi ci permette di essere perfettamente eleganti e pronti per ogni occasione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *